L’associazione Culturale Desertis Locis viene alla luce grazie alla spinta motivatrice di tre ragazzi che portano al suo interno esperienze e competenze ben distinte: Maggy Bettolla, Gherardo Godani ed Linda Martinelli.
L’associazione nasce per rispondere ad un bisogno sempre più presente nella società odierna fortemente improntata al progresso e spesso cieca rispetto ai lasciti del nostro passato, oggetto principale diventano necessariamente tutti quei luoghi dimenticanti, abbandonati o chiusi che stanno scomparendo e che hanno bisogno di raccontare una storia.
Desertis Locis diventa così la voce di questi luoghi, la possibilità per privati ed istituzioni sfiduciate e l’opportunità per tutte quelle persone che hanno voglia di scoprire questi spazi normalmente inaccessibili o sconosciuti. L’associazione si vuole contraddistinguere da altre già esistenti e che operano al limite della legalità offrendo ai partecipanti alle attività una assoluta garanzia di legittimità e di sicurezza degli eventi. Proprio per questo motivo i proprietari o gli enti che gestiscono i luoghi che si visiteremo, sono i primi che si pongono favorevolmente rispetto alla nostra attività e che anzi, ne trovano giovamento.
Oltre alle parole chiave, sicurezza e legalità, contraddistinguono l’associazione altre caratteristiche fondamentali riducibili nelle parola: salvaguardia, competenza, conoscenza e supporto.
• Salvaguardia: è di primaria importanza per noi tutelare i luoghi che visitiamo e visiteremo;
• Competenze e Conoscenza: ogni evento sarà organizzato da un team di persone esperte e con preparazioni variegate così da sviluppare offrire un excursus storico culturale a 360°;
• Supporto che forniremo attraverso l’associazione a tutti i privati o enti con i quali collaboreremo e che hanno interesse nel far rivivere un luogo dimenticato.

Come da statuto, le attività che verranno svolte saranno le seguenti:
• la realizzazione di mostre d’eccellenza visiva e di contenuti;
• l’organizzazione di eventi e conferenza;
• l’organizzazione di visite su sentieri che conducono a luoghi dimenticati e abbandonati, all’interno di edifici storici di interesse culturale e in edifici dismessi;
• la creazione di momenti di aggregazione artistica allo scopo di espressione e di promozione di tutti quei soggetti che si sono avvicinati al tema dell’associazione;
• l’organizzazione di corsi e di work shop;
• l’organizzazione di attività ludiche e ricreative che promuoveranno la scoperta e il riutilizzo di luoghi dismessi;
• la partecipazione ad eventi svolti in collaborazione con altre associazione.

L’associazione è aperta a tutti gli interessati e auspica in una collaborazione attiva da parte dei suoi associati per la creazione di nuovi eventi e attività.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata